Reviews of "Nostradamus"

NIKOLO KOTZEVíS NOSTRADAMUS
(Steamhammer/ SPV)


GLENN HUGHES, JOE LYNN TURNER, DOOGIE WHITE, JORN LANDE, GORAN EDMAN, tre quinti degli EUROPE e tanto sano hard rock melodico. Ecco, so che a molti di voi basteranno le due righe di cui sopra per essere convinti a precipitarsi a comprare questo doppio CD nel piu' vicino negozio di musica, senza alcun bisogno di andare avanti nella lettura di questa pagina. Per tutti gli altri, ecco invece la recensione:

Lo abbiamo atteso per quasi tre anni questo 'Nostradamus'... tanto infatti e' passato da quando Nikolo Kotzev aveva annunciato che il prossimo disco dei Brazen Abbot sarebbe stato un concept incentrato sulla figura del mitico veggente francese. Da allora ne sono successe un po' di tutti i colori... il progetto 'Nostradamus' e' cresciuto fino a diventare qualcosa di troppo grande per poter essere contenuto sotto il monicker "Brazen Abbot", si sono fatti i nomi di cantanti illustri (Ronnie James Dio, Bruce Dickinson) che hanno poi dovuto rinunciare per problemi di tempo, e infine Nikolo ha dovuto peregrinare a lungo prima di trovare un'etichetta disposta a pubblicare il suo lavoro gia' pronto (tanto che ad un certo punto sembrava che il doppio CD sarebbe stato messo in vendita solo via web). Per fortuna tutto si e' risolto, la SPV si e' accaparrata i diritti di pubblicazione dell'opera, e noi possiamo finalmente godere di 'Nostradamus'! Forte di un cast stellare (sappiate che la band e' composta - oltre che dallo stesso Kotzev alla chitarra e al violino - dagli ex Europe Mic Michaeli, Ian Haughland e John Leven... e da un'orchestra sinfonica!), questo doppio CD fara' la gioia di tutti gli appassionati dell'hard melodico, nobilitato com'e' da cantanti di livello eccezionale. Su tutti splende la figura del sempre piu' sorprendente Glenn Hughes (Enrico II, Re di Francia)... e basta davvero sentire l'attacco di 'Pieces Of A Dream' per essere letteralmente spazzati via! Strepitose anche le prove di un Joe Lynn Turner giunto finalmente alla maturita' artistica e vocale (il suo ruolo e' quello del protagonista) e di un Jorn Lande (un incazzatissimo Inquisitore) sempre piu' avviato a diventare il miglior cantante dell'ultima generazione. Davvero eccellente - ma ormai e' una garanzia - anche il solito Goran Edman (il Fantasma di un soldato che profana la tomba di Nostradamus, e che viene percio' maledetto e costretto a rivivere tutta la vita del mistico francese), mentre Doogie White e' un po' penalizzato dall'avere a sua disposizione l'unico personaggio che non sia in alcun modo caratterizzato (il Narratore, schiacciato fra l'altro dalla presenza del Fantasma - che in pratica ha un ruolo identico al suo ma e' decisamente piu' interessante come psicologia). Nota di merito anche per le due protagonisti femminili, le due star canadesi del pop Allannah Myles e Sass Jordan (rispettivamente Anna, l'amore della vita di Nostradamus, e Caterina de' Medici, regina di Francia), dotate a loro volta di grandi ugole e davvero brave nell'interpretare i loro ruoli. Andando piu' nello specifico della musica proposta, c'e' da dire che il vero limite di 'Nostradamus' e' quello di non andare al di la' dei canoni del piu' classico hard rock melodico di scuola Deep Purple->Rainbow->Europe (con le uniche varianti dell'aggiunta di passaggi sinfonici e di qualche atmosfera da colonna sonora Disneyana in certe ballad - vedi 'Try To Live Again'), con canzoni ottime si', ma che non possono alla fin fine competere con i grandi classici delle band sopracitate. D'altro canto, ci ritroviamo di fronte ad un'opera talmente nobilitata dalla prova di interpreti fenomenali (per intenderci, se fosse stato cantanto dai tipi di 'Avantasia' - DeFeis a parte - questo 'Nostradamus' ne sarebbe uscito dimezzato) che l'acquisto diventa letteralmente obbligatorio per tutti gli amanti del genere. Non fatevelo scappare!

Stargazer (http://www.stargazer.it)